Google Doodle – 23052012

Google logo

Google – Doodle del giorno 23 Maggio 2012


78esimo anniversario della nascita di Robert Moog, inventore del sintetizzatore.

 

Robert Moog - sintetizzatore 78esimo anniversario della nascita di Robert Moog, inventore del sintetizzatore.

Google omaggia il pioniere della musica elettronica, Robert Arthur Moog: un doodle interattivo ne celebra la ricorrenza della nascita, nel lontano 1934. L’home page di Mountain View offre infatti oggi a tutti gli internauti un logo ricco di multimedialita’ nell’apposita barra di ricerca, fedele alla riproduzione di un sintetizzatore con il quale ogni navigatore puo’ creare la propria melodia personalizzata con un click, registrarla, riascoltarla e salvare il file per condividerlo sul social network di Big G, Google+. Moog, nato a New York il 23 maggio di 78 anni fa e morto a Asheville il 21 agosto del 2005, e’ stato un ingegnere statunitense, considerato il padre dei sintetizzatori. Invento’ il suo primo strumento elettronico a tastiera nel 1963 utilizzando le sonorita’ del Theremin. Dalla fine degli anni sessanta le sue creazioni cominciarono ad essere apprezzate in tutto il mondo, tanto che lo stesso nome ”Moog” si tramuto’ in poco tempo in sinonimo di sintetizzatore permettendo l’uso di sonorita’ avanguardistiche e tracciando un’innovazione nella storia della musica rock. Fu il popolare Walter Carlos a firmare il primo successo discografico (basato sulle notazioni classiche di Bach) suonato interamente con il Moog: Switched on Bach.


Il Guardiano Del Faro – Il Gabbiano Infelice (1972)

L’esempio più popolare dell’utilizzo del moog nella musica italiana: Il Guardiano del Faro, nome d’arte di Federico Monti Arduini (Milano, 1º dicembre 1940), è un cantautore, tastierista, compositore, produttore discografico italiano noto soprattutto negli anni settanta e ottanta per i suoi lavori con il moog; come compositore per altri artisti ha spesso usato lo pseudonimo Arfemo (dalle iniziali del nome e dei due cognomi).


Giuseppe per Google e per la musica moog

#690

13 tipi di persone su Facebook

logo facebook

I 18 tipi di persone che puoi incontrare su facebook

 (La raccolta continua, siamo a quota 18!)

 logo facebook

profili su facebookEcco un elenco dei possibili 18 tipi di persone che puoi trovare facilmente nel social network più conosciuto al mondo: Facebook. Sono certo che ognuno di voi, si riconoscerà in uno o più profili. Buona lettura

  1. Lo spione: Non pubblica mai niente e non commenta mai i tuoi post però legge tutto e può fare riferimento a quello che scrivi quando ti vede in pubblico.
  2. La iena: Non dice quasi niente e commenta solo con LoL / hahahah.
  3. Ms e Mr Popolarità: Ha 4360 amici per Nessun motivo, solo perchè si sente figo.
  4. Il Videogamer: Gioca tutto il tempo a farmville/citiville ecc.
  5. Il Profeta: Fa riferimento a Dio in ogni post.
  6. Il furbo: Ruba i link e gli stati (probabilmente ruberà anche questo).
  7. Il Cinico: Odia la sua vita. E si nota leggendo i suoi stati.
  8. Il Promoter: Manda continuamente inviti per feste.
  9. Il me gusta: Non dice niente ma mette sempre ‘MI PIACE’.
  10. Il convinto: Tutti i loro post girando intorno al fatto che secondo loro qualcuno li odia e cerca di distruggergli la vita.
  11. Il HA HA: Questa persona cerca di essere divertente, senza riuscirci.
  12. L’informatore: Tiene sempre aggiornato il profilo su quello che fa, dove e con chi.
  13. Il gallo: Sente che è un suo dovere augurare a tutto facebook il ‘buongiorno’.


    14. Mamme senza vita sociale. (Grazie a Sabrina)
    15. L’animalista/attivista che posta foto raccapriccianti di animali sanguinolenti e tormenta i propri amici con richieste di firmare petizioni.  (Grazie a Giulia)
    16. Il fotografo colui che immortala ogni secondo della sua giornata…
    17. Le donne/uomini che si fotografano nei bagni o in ascensore di fronte ad uno specchio
    18. L’astiosa pubblica quasi solamente post velenosi verso chi non l’ha capita, chi non la capisce e chi non la capirà, abusando di immagini già pronte prelevate da pagine specializzate. (non ho visto ancora maschi, ad ora) (ma non posso escludere ci siano)

fonti: Varie sul web

Giuseppe per il social network

#689

L’asino nel pozzo


Non arrenderti mai

L’asino nel pozzo

 

Viso Volto Enigma

L'asino nel pozzoUn giorno l’asino di un contadino cadde in un pozzo. Non si era fatto male, ma non poteva più uscire. Il povero animale continuò a ragliare sonoramente per ore. Il contadino era straziato dai lamenti dell’asino, voleva salvarlo e cercò in tutti i modi di tirarlo fuori ma dopo inutili tentativi, si rassegnò e prese una decisione crudele. Poiché l’asino era ormai molto vecchio e non serviva più a nulla e poiché il pozzo era ormai secco e in qualche modo bisognava chiuderlo, chiese aiuto agli altri contadini del villaggio per ricoprire di terra il pozzo. Il povero asino imprigionato, al rumore delle palate e alle zolle di terra che gli piovevano dal cielo capì le intenzioni degli esseri umani e scoppiò in un pianto irrefrenabile. Poi, con gran sorpresa di tutti, dopo un certo numero di palate di terra, l’asino rimase quieto. Passò del tempo, nessuno aveva il coraggio di guardare nel pozzo mentre continuavano a gettare la terra. Finalmente il contadino guardò nel pozzo e rimase sorpreso per quello che vide, L’asino si scrollava dalla groppa ogni palata di terra che gli buttavano addosso, e ci saliva sopra. Man mano che i contadini gettavano le zolle di terra, saliva sempre di più e si avvicinava al bordo del pozzo. Zolla dopo zolla, gradino dopo gradino l’asino riuscì ad uscire dal pozzo con un balzo e cominciò a trottare felice.

Quando la vita ci affonda in pozzi neri e profondi, il segreto per uscire più forti dal pozzo é scuoterci la terra di dosso e fare un passo verso l’alto. Ognuno dei nostri problemi si trasformerà in un gradino che ci condurrà verso l’uscita. Anche nei momenti più duri e tristi possiamo risollevarci lasciando alle nostre spalle i problemi più grandi, anche se nessuno ci da una mano per aiutarci.

Tratto dal web

Giuseppe per la caparbietà dell’asino

#688

 

Marchionne e FIAT

Logo FIAT

Marchionne & Fiat

Sergio Marchionne - FIAT

Logo FIATUna Fiat, va bene. Un’automobile, e’ meglio!

Come si fa a raddoppiare il valore di una FIAT?
Basta fare il pieno di benzina

Come si fa a procurarsi i pezzi di ricambio per una FIAT?
Basta vederne un’ altra e seguirla

Che differenza c’e’ fra una FIAT e un cane guida?
Nessuna bisogna essere ciechi per comprarli.

Si puo’ mettere della benzina senza piombo nella FIAT?
Meglio di no, seno’ basta un po’ di vento e decolla!

Che cosa c’e’ scritto nell’ultima pagina del libretto di istruzioni di una FIAT?
L’orario degli autobus.

Quante persone ci stanno in una FIAT?
Dipende dalla grandezza del carro attrezzi!

Dove si trova la ruota di scorta di una FIAT?
Non c’e'; in caso di bisogno si usa il volante!

Come ci si sbarazza di una FIAT?
La si spruzza con uno spray anti-ruggine…

Come si riconosce una FIAT serie speciale “Adriano Panatta”?
Dalla palla da tennis sul gancio rimorchio

Come si riconosce una FIAT sport?
Dalla tuta del conduttore

A cosa serve il pedale in piu’ su una FIAT?
A gonfiare l’air bag

Qual’e’ la differenza tra una FIAT e l’ AIDS?
Prova a dare la FIAT a qualcuno

A cosa serve lo sbrinatore sul lunotto posteriore di una FIAT?
A non aver freddo alle mani quando si spinge

Cos’e’ una FIAT sulle Alpi?
Un miracolo

2 FIAT sulla cima di una montagna?
Fantascienza

3 FIAT?
Un posto strano posto per una fabbrica

100 Fiat su una montagna?
Una discarica

Come si chiama una fiat con il turbo?
Alfa Romeo

Qual’e’ la parte più piccola di una FIAT?
Il cervello del conduttore

Quante persone ci vogliono per fabbricare una FIAT?
Due: una piega l’altra incolla.

Qual’e’ l’accellerazione massima per una FIAT?
9.81 m/s2 (accellerazione in caduta libera)

Come si riconosce una vecchia FIAT?
dall’adesivo “TORINO Campione” incollato sul vetro

Qual’e’ la differenza tra un bordello e una FIAT?
Nessuna ci si vergogna quando si entra e si esce ma dentro si sta bene

Perché’ due conduttori di FIAT non si salutano quando si incontrano?
Perche’ si sono gia’ visti la mattina dal meccanico

Cos’e’ una FIAT GTI ?
Una FIAT con Garantiti Tappetini Inclusi


Marchionne afferma che la FIAT è sana e competitiva, io ho qualche dubbio, e l’elenco sopra è ampiamente esplicativo. Marchionne pensa agli investimenti, alla ricerca, a nuovi modelli, per semplificare fai come Mercedes, BMW, ed altre aziende leader che sfornano modelli competitivi per vincere la sfida dei mercati, anziché tagliare posti di lavoro e trasferire le lavorazioni in posti come il Zimbabwe. Vogliamo parlare del marketing e dei nuovi prodotti? In TV circolano spot sulla 500 L. Non sono mai uscito dagli anni 60? E per di più è tale e quale alla Mini.Firma


Giuseppe per la FIAT

#743

 

Festa della mamma 2012

Festa della mamma 2012 - 13 maggio 2012

Il lavoro più impegnativo al mondo, è anche il migliore del mondo.

 Auguri Mamme!

Mamme e Olimpiadi - Cerchi olimpici


Olimpiadi 2012 - Londra 2012 - London 2012 - Olympic Games 2012Il lavoro più impegnativo al mondo, è anche il migliore del mondo: quello della mamma. P&G vuole ringraziare tutte le mamme per i sacrifici e gli sforzi che fanno ogni giorno per crescere i loro figli.


Giuseppe per la festa della mamma

#687

Rolling Stones – Paint It Black

Rolling Stones - Paint It Black

Rolling Stones – Paint It Black

 Rolling Stones - Paint It Black


Lyrics: Paint It Black – (M. Jagger/K. Richards) 

Traduzione: Pitturalo Di Nero

I see a red door and I want it painted black No colors anymore I want them to turn black I see the girls walk by dressed in their summer clothes I have to turn my head until my darkness goes I see a line of cars and they’re all painted black With flowers and my love both never to come back I see people turn their heads and quickly look away Like a new born baby it just happens ev’ry day I look inside myself and see my heart is black I see my red door and it has been painted black Maybe then I’ll fade away and not have to face the facts It’s not easy facin’ up when your whole world is black No more will my green sea go turn a deeper blue I could not foresee this thing happening to you If I look hard enough into the settin’ sun My love will laugh with me before the mornin’ comes I see a red door and I want it painted black No colors anymore I want them to turn black I see the girls walk by dressed in their summer clothes I have to turn my head until my darkness goes Hmm, hmm, hmm,… I wanna see it painted, painted black Black as night, black as coal I wanna see the sun blotted out from the sky I wanna see it painted, painted, painted, painted black Yeah!

Vedo una porta rossa e la voglio pitturata di nero Mai piu colori voglio che diventi tutto nero Vedo le ragazze vestite con I loro vestiti estivi Devo voltare la testa finché la l’oscurità dentro me se ne va Vedo una fila di auto e sono tutte dipinte di nero Con fiori e il mio amore, entrambi non torneranno Vedo gente voltare la testa e guardare velocemente lontano come un bambino appena nato, questo succede ogni giorno Guardo dentro di me e vedo il mio cuore nero Vedo la mia porta rossa, devo averla pitturata di nero Forse dopo sparisco cosi non devo guardare in faccia Il fatto Non é facile stare a testa alta quando tutto il mondo é nero Mai piu il mio mare verde tornera di un profondo blu non potevo prevedere questa cosa che ti sta capitando Se guardo fisso il tramonto il mio amore riderà con me prima che arrivi mattino Vedo una porta rossa e la voglio pitturata di nero Mai piu colori voglio che diventi tutto nero Vedo le ragazze vesite con I loro vestiti estivi Devo voltare la testa finché la l’oscurità dentro me se ne va Hm-hm-hm-hm-hm-hm-hm-hm-hm-hm-hm-hm-hm (4X) voglio vederlo pitturato, pitturato di nero nero come la notte, nero come il carbone Voglio vedere il sole cancellato dal cielo Voglio vederlo pitturato di nero, pitturato, pitturato, pitturato di nero Yeah


Caterina Caselli -Tutto Nero (Paint it Black)
la versione italiana


 Giuseppe per il buon vecchio rock anni 60

#686

 

Gommoni lumbard assediano le coste albanesi

 Trota newsIl trota news

Ondate di Gommoni di lumbard assaltano le coste albanesi

 Trota newsIl trota news
I gommoni lumbard che vogliono sbarcare in Albania Gommoni lumbard assaltano coste albanesi

Spettacolare azione della guardia costiera albanese che blocca un gommone pieno di lumbard. La cronaca abbastanza inusuale, ad onor del vero, vede un gruppo di giovani lumbard che a bordo di gommoni tenta di sbarcare nel paese balcano. Dopo un tentativo di fuga e la pronta risposta della marina albanese che con un intenso cannoneggiamento bloccava la disperata ma infruttuosa fuga dei giovani lumbard che venivano arrestati e portati in un campo di permanenza per immigrati. Dopo un breve interrogatorio i lumbard hanno ammesso di volersi recare in Albania per riuscire a laurearsi, visto non le era permesso in Italia e pertanto hanno chiesto l’asilo ovviamento non politico ma scolastico. La polizia albanese ha anche sequestrato un ingente somma di denaro di proveniente illegita e probabilmente da finanziamento pubblico ai partiti. Denaro che, pare, doveva essere utilizzato per comprare lauree albanesi e in parte essere investita in miniere di diamante. Una volta ottenute le agognate lauree, i giovani padani, avrebbero speso i diplomi conseguiti in non ben note attività di insegnamento o di

Sbarchi di albanesi nel 1991 Sbarchi di albanesi nel 1991

carriera politica. Purtroppo l’odioso sbarco di giovani italiani su potenti motoscafi sulle costi albanesi si è via via intensificato in queso ultimo periodo e, nonostante i ripetuti cannoneggiamenti e respingimenti della marina albanese, continuano a creare seri problemi ai centri di prima accoglienza e in attesa del rimpatrio reso difficoltoso dal rifiuto italiano a riaccogliere i giovani asini, pardon, i giovani (extra)comunitari. Il governo albanese ha chiesto ripetutamente alla Comunità Europea di farsi carico del problema ma come al solito a Bruxelles sono sordi e il dramma dei genitori sembra non avere fine.

Tratto dal blog: http://agoraverdello.altervista.org

Giuseppe per il baccalaureato

#685

 

Ciao papà!

occhio lacrima

Ciao papà

3 maggio 2007 –  3 maggio 2012


La vita è un sogno dal quale ci si sveglia morendo. Virginia Woolf


Giuseppe…….

#684

Balasso testimonial smartphone